La storia di Emanuele


La storia del Piccolo Carabiniere
28 settembre 2000: nasce Emanuele
La storia di mio figlio inizia come quella di tutti i bambini. Nasce da un amore e cresce in una famiglia come tante: mamma, papà, una sorella più grande, i nonni, gli zii.
E’ un bambino come gli altri, un angioletto pieno di vita e di cose da fare. Va a scuola volentieri, a quattro anni comincia a suonare il pianoforte, studia l’inglese, fa karate, gioca a calcio. E’ appassionato di astronomia e legge i libri di Margherita Hack, che lui chiama “la signora delle stelle”.
Da grande vuol fare il carabiniere. L’ha deciso il giorno in cui ha visto il film su Salvo D’Acquisto, quello con Massimo Ranieri. Dice che un carabiniere deve parlare l’inglese per svolgere indagini internazionali e deve essere un campione di karate per combattere contro i nemici. Perciò studia e si impegna al massimo. Tutti i giorni vuole passare davanti al monumento di fronte alla caserma di Cologno Monzese intitolata a Salvo, a due passi da casa nostra. E ogni 23 settembre (anniversario dell’eroico sacrificio di D’Acquisto) e ogni 25 aprile gli porta un mazzo di fiori.
Primavera 2007
Emanuele ha 6 anni. Frequenta la prima elementare. A marzo cambia scuola. Nuovi insegnanti, nuovi compagni. Lui si trova subito bene, è felice.
Studia. Corre la Stramilano. Il 17 maggio farà il suo secondo concerto di pianoforte. Gioca. Legge. A maggio diventerà cintura arancione di karate.
10 aprile 2007: mattina
Mio figlio ha mal di pancia. Viene il dottore e ci consiglia di andare al pronto soccorso.
Ospedale San Raffaele. Pronto soccorso. Attesa. Visita. Attesa. Esame. Attesa. Altro esame. Passano così otto ore.
Emanuele ha paura, è tutto nuovo per lui, non ha mai visto un dottore finora. Si sforza di restare tranquillo, vuol fare l’ometto. Solo lo sguardo impaurito tradisce la sua ansia. Lo tranquillizzo. Si fida di me, purtroppo, sono la sua mamma! Vuol fare il bravo: otto ore di visite e controlli senza un capriccio e senza mai dire no.
Finalmente la diagnosi: appendicite. Bisogna operare. Subito.
Lo accompagniamo in sala operatoria, mio marito e io. Lui ci arriva sulle sue belle gambette sane e forti. Sale da solo sul lettino. E’ impaurito ma non versa una lacrima.
10 aprile 2007: tarda serata
Tutto è pronto. Gli do un bacio. L’ultimo.
Aspettiamo in pediatria. Il lettino è pronto da ore. Nessuno ci dice niente. Preoccupazione. Ansia. Panico!
Ma ecco quattro dottori in camice. Chi sono?
“Signora, abbiamo avuto un problema: 15 minuti senza ossigeno al cervello!”
Cosa? Che vuol dire? Aspettate! Se ne vanno.
Noi non capiamo. Cos’è successo? Un problema! Che problema? Ossigeno? Cervello? CHE VUOL DIRE? Nessuno ci spiega niente. Incubo! Il pensiero si ghiaccia. Poi esplode.
Terapia intensiva.....
Emanuele il 10 aprile del 2007 entrò all'ospedale San Raffaele di Milano per una semplice operazione di appendicite, ma durante la preanestesia, è in corso il procedimento penale per verificare le responsabilita' che sono state individuate a carico dei 4 anestesisti che sono intervenuti su emanuele , è rimasto in anossia per 15 minuti o più, successivamente è rimasto in terapia intensiva per 2 mesi e ha subito l'asportazione della tecafrontale perchè la pressione endocranica è aumentata a dismisura.Il 28 maggio 2007 è stato dimesso con la corteccia celebrale distrutta, il cervelloa macchia di leopardo, senza osso frontale e in stato di coma neurovegetativo ericoverato presso la clinica riabilitativa "La nostra famiglia" di BosisioParini (LC). Da allora viene nutrito artificialmente.Il 10 settembre è tornato al San Raffale di Milanp per rimettere la teca frontale è stato ricoverato presso la clinica di Bosisio.Emanuele ha subito in totale 5 operazioni. ATTUALMENTE E' A CASA DOVE HA BISOGNO DI ASSISTENZA 24 ORE SU 24




La salvezza di Emanuele

Emanuele ha bisogno di cure per poter ritornare
come era prima, un bambino sano. Nonostante riversi in uno stato di coma
neurovegetativo "irreversibile", noi genitori, con il sostegno di familiari e
amici ormai in tutto il mondo, non vogliamo arrenderci. Non smettiamo mai di
cercare in tutti i modi informazioni su una possibile riabilitazione più rapida,
cure d'avanguardia o anche un'eventuale ennesima operazione, in Italia o nel
mondo. Grazie alla diffusione della notizia e al vostro
contributo, questi sogni possono diventare realtà ed Emanuele potrà tornare a
sorridere.

ORA EMANUELE E' A CASA A COLOGNO MONZESE E HA BISOGNO DI ASSISTENZA 24 ORE SU 24

Ringraziamenti

Ringraziamo tutte le persone che ci sono vicini, i familiari, gli amici di tutto il mondo che prodigano per aiutarci contattando medici, ricercando nuove informazioni e ci sostengono in tutti i modi possibili.
Ringraziamo i Carabinieri, la Polizia, l'Esercito e tutte le Forze dell'Ordine, i genitori, le maestre e le suore dell'Asilo Amalia di Cologno Monzese, la scuola elementare Manzoni, l'Istuto Elementare San Giuseppe di Milano, il Sindaco Soldano e il comune di Cologno Monzese, Emilio Fede, la
"Signora delle stelle" Dott. Margherita Hack, Marco Materazzi e Ivan Ramico Cordoba dell'Inter, il ministro dell'istruzione Fioroni e tutte quelle altre
persone da tutte le parti d'Italia che sono venute a trovare Emanuele.
Ringraziamo tutti i bambini che hanno spedito disegni e le loro mamme che continuano a sostenerci.
Ringraziamo infine le centinaia di persone che ci hanno inviato cartoline da tutti e 5 i continenti.
Anche tu puoi partecipare sostenendoci nella ricerca di una cura per Emanuele, anche solo lasciando una traccia del tuo passaggio su questo blog.
Firma il Guestbook e aiutaci per diffondere a più persone possibili questa storia per fare tornare Emanuele a sorridere.

Firma il guestbook

__________________________________________

LASCIA UNA TRACCIA DEL TUO PASSAGGIO. E' UN PICCOLO GESTO MA CHE PUO' DONARE TANTA SPERANZA: clicca qui
__________________________________________
ll titolare del forum "Salviamo Emanuele" tiene a precisare che non sono consentiti, e verranno immediatamente rimossi:
messaggi non inerenti all'articolo - messaggi pubblicitari - messaggi offensivi o che contengano turpiloquio - messaggi con contenuto razzista o sessista - messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, violenza psicologica ecc.ecc.) è vietata qualsiasi copia e incolla dei vari commenti in altri blog o siti. In ogni caso, il titolare del forum "Salviamo Emanuele"si riserva il diritto di cancellare messaggi e commenti giudicati non idonei in qualsiasi momento e a suo insindacabile giudizio. Per la violazione di quanto sopra citato e' prevista immediata denuncia alla POLIZIA POSTALE.

domenica 29 giugno 2008

RINGRAZIAMENTO

RINGRAZIO DI CUORE GIULIA TURCHIO LA MAMMA DI RICCARDINO PIO PER ESSERE RIMASTA CON NOI E STATA VICINO TUTTO IL GIORNO DI VENERDI 28 GIUGNO 2008 FINO ALLA SERA TARDI E DI AVERCI SOSTENUTA QUANDO ABBIAMO PORTATO EMANUELE AL PRONTO SOCCORSO DELL'OSPEDALE BROWARD GENERAL MEDICAL CENTER DI FORT LAUDERDALE.RINGRAZIAMO ANKE A MARIANO PAPA' DI CAMILLA PER AVERCI ACCOMPAGNATI ALL'OSPEDALE.

RINGRAZIAMO VERAMENTE DI CUORE TUTTO IL PERSONALE MEDICO COMPRESA LA PRIMARIA DEL REPARTO DEL BROWARD GENERAL MEDICAL CENTER PER LA PREMURA E L'ATTENZIONE MOSTRATA NEI RIGUARDI DI EMANUELE.DAGLI ESAMI EFFETTUATI PER FORTUNA NON RISULTA NIENTE DI GRAVE EMANUELE STA BENE.

sabato 21 giugno 2008

giovedì 19 giugno 2008

Serata Associazione "Voce Giovane"

Si ringrazia l'associazione "Voce Giovane" di Caltanissetta per la collaborazione alla raccolta fondi in favore del nostro piccolo.
Grazie alla serata organizzata lo scorso 9 maggio presso il locale Teatro "Margherita" a cura dell'Associazione, è stata raccolta la cifra di 950,00 Euro, che è già stata versata a favore di Emanuele.

Grazie di cuore.
La famiglia Lo Bue

mercoledì 18 giugno 2008

CORREZIONE

La mostra che si terrà a Roma a favore di Emanuele è sita al
numero civico di viale Tor di Quinto è il 119

martedì 17 giugno 2008

MEETING A ROMA

L’Associazione Internazionale Gli Amici del Risveglio
ONLUS
“Antonella Caruso”
promuove
Un meeting romano per tutte le famiglie
con congiunti in stato di coma neurovegetativo,
danni neurologici,
epilessia, Sindrome di Down, Sindrome di West,
postumi d'ictus, postumi d'infarto, ipossia, diabete,
sclerosi multipla, autismo, sindrome comportamentale
e molte altre patologie

Che si terrà in Roma
con gli esperti del centro americano
“THERAPIES4KIDS”
provenienti dagli USA dove si tratta
l’ “HYPERBARIC OXYGEN THERAPY”
(questa terapia sollecita le cellule dormienti)

Scopo del meeting
é far conoscere questi straordinari
trattamenti scientifici
e valutarne la possibile applicazione
di caso in caso. Il Meeting avrà luogo il 24 giugno alle ore 15:00
Sede UNICEF - Via Palestro, 68 - Roma

Per i pazienti o i loro congiunti che si riterranno
interessati
si prega prendere contatto con il
n. 393.6483527
www.gliamicidelrisveglio.org
info@amicidelrisveglio

MOSTRA PITTORICA

domenica 15 giugno 2008

LETTERA APERTA AI POLITICI CHE OVVIAMENTE NON RISPONDERANNO MAI

BUONGIORNO CARI POLITICI SONO LA MAMMA DI EMANUELEL LO BUE ELEONORA CRESPI,SPERO CHE STATE BENE MIO FIGLIO NO VOI VI ALZATE ALLA MATTINA FATE COLAZIONE MIO FIGLIO NO LA FA ATTRAVERSO UN BUCO NELLA PANCIA CHIAMATA PEG E' STUPENDO NON SENTE NEMMENO I SAPORI
CI IMPIEGA AD ALIMENTARSI ALMENO UN'ORA ATTRAVERSO UNA POMPA
POI AL MATTINO VOI CAMMINATE STUPENDO MIO FIGLIO NO E' IN CAROZZINA PENSATE NON PUO' PIU' CORRERE MERAVIGLIOSO PER DIVERTIRSI FA LA FIOSIOTERAPIA NATURALMENTE VOI PER SEDERVI O ALZARVI DALLE VOSTRE POLTRONE NON URLATE MIO FIGLIO SI,FATE IL VOSTRO PRANZO FORTUNATI SCEGLIETE IL VOSTRO MENU' MIO FIGLIO NO SEMPRE LA STESSA PAPPA ENTERALE,POI ARRIVA IL POMERIGGIO NATURALMENTE VOI PER COMUNICARE PARLATE MIO FIGLIO URLA E PIANGE
UNA FORTUNA ALMENO NN E' MUTO VOI VEDETE LUI NN SI SA MA COME E' FORTUNATO NEANCHE LA GIOIA DELLA TV.
FINALMENTE ARRIVA LA SERA ALLE 19 GIA' A LETTO PERCHE' E' STANCO MA COME E' BRAVO STANCO DEL TROPPO PIANGERE ED URLARE POI DIMENTICAVO ASSUME TANTE MEDICINE CERTO UN BIMBO GIOVANE NE A CERTAMENTE BISOGNO, TUTTO QUESTO PERCHE' DOVEVA ESSERE OPERATO PER UNA SEMPLICE APPENDICITE E ME LO RIDANNO IN COMA NEUROVEGETATIVO E VOI NON VI DEGNATE NEMMENO A RIMBORSARE LE SPESE MEDICHE SOSTENUTE NEGLI USA VORREI SAPERE IL PERCHE' COSA VI HA FATTO DI MALE QUESTA CREATURA INNOCENTE CHE CHIEDE SOLO UN PO' DI AIUTO PER POTER VIVERE IN MANIERA DIGNITOSA NOI GENITORI STIAMO FACENDO DI TUTTO PER ALLEVIARLI LE SOFFERENZE CHE NON FINIRANNO MAI.
IL FATTO PIU' GRAVE E' CHE IL MIO PICCOLO CARABINIERE AVREBBE VOLUTO SERVIRE UNO STATO CHE NEMMENO SI DEGNA DI AIUTARLO E' UNA VERGOGNA E UN INGIUSTIZIA MA RICORDATEVI COME MI HA SCRITTO UNA CARA PERSONA LA RUOTA GIRA GIRA.............E IO COME MAMMA NON VI ARRENDERO' MAI MAI MAI E POI MAI CI TENGO A SOTTOLINEARLO E LA GENTE COMUNE CI AIUTA.

DISTINTI SALUTI

ELEONORA CRESPI LA MAMMA DEL PICCOLO CARABINIERE ABBANDONATO

EMANUELE LO BUE

martedì 10 giugno 2008

domenica 8 giugno 2008

Gli Amici del Risveglio Onlus"Antonella Caruso"

Era determinante per l’interesse dei nostri assistiti, adulti ma maggiormente per i bambini, andare a conoscere il centro che ha introdotto nella medicina ufficiale ed internazionale la più recente scoperta scientifica in campo di danno cerebrale e quindi del coma.

L’incontro con le equipe medica e fisioterapica del Therapies4kids, con il nostro Direttore Generale Vincenza Trentinella, coadiuvata dalla volontaria internazionale Carmen Gonzalez, ha dato esito a stabilire con il proprietario e general menager del centro, Leo de Oliveira un grande meeting a Roma per il mese di giugno.







Altri link utili:

www.speechtherapies4kids.com

www.therapiesadults.com

www.oceanhbo.com

GRAZIE

Salve sono Giulia,la mamma di Riccardo Pio,il bimbo che fà la terapia allo stesso centro dove la fà Emanuele,ho un dolore profondo per Emanuele e la sua famiglia,caro Andrea tu parli così perchè non hai cuore,spero che tu non abbia mai figli perchè non saresti un buon padre,ma vuoi metterti nei panni di questi genitori,la Regione Lombardia vuole mettersi nei panni di questa famiglia distrutta??
Ma come hanno potuto rifiutare una richiesta d’aiuto per un bambino a cui hanno levato la gioia di vivere,anche se per voi questa non è una terapia valida,avreste dovuto comunque pagare per quella che per i genitori di Emanuele rappresenta la speranza di una dì vita migliore,avrei voluto che il caro Presidente della regione Lombardia e l’assessore alla sanità della stessa,fossero stati presente con me quando il caro Emanuele arrivò all’aereoporto di Miami,è stata un’esperienza terribile che non dimenticherò mai,un gruppo di militari che scendevano le scale dell’aereo con sulle spalle una barella con il corpo di una bambino immobile,lo stesso bambino che da grande voleva fare il carabiniere per “servire lo stato”,chissà quanto saresti stato bravo caro Emanuele,chissà quante persone avresti difeso dalle ingiustizie,ora mio caro Emanuele tu sei vittima di un ingiustizia e hanno rifiutato di darti una speranza,e se sei in Florida lo devi a tante piccole gocce di grandi uomini.Vergognati Roberto,vergognati Maurizio non siete degni dei titoli che portate,e non è il caso di chiamarvi neanche signori.
Colgo l’occasione per ringraziare e salutare il caro Presidente delle mia cara Regione Calabria il Signor Agazio Loiero e il caro assessore alla Sanità dell’anno scorso la Signora Doris Lo Moro.Grazie per aver regalato a mio figlio una speranza che gli ha dato dei miglioramenti sono molto orgogliosa e molto fortunata di essere Calabrese.Un ringraziamento particolare al Comitato Troviamo i bambini,siete grandi!!

RISPOSTA DEL COMITATO:

Tu sei grande… e tanto anche

sabato 7 giugno 2008

COMITATO TROVIAMO I BAMBINI

Emanuele ha bisogno del tuo aiuto, dopo che lo hanno rovinato ora si rifiutano di aiutarlo.
Perchè tanta cattiveria e menefreghismo da parte delle istituzioni?

AIUTACI ANCHE TU A FERMARE QUESTA INGIUSTIZIA
EMANUELE LO BUE
Abbandonato dalla Regione Lombardia
http://www.troviamoibambini.it/index.php/emanuele-lo-bue-la-vergogna-della-regione-lombardia/
Gira questa mail a tutte le persone che conosci. E' importante !

IL COMITATO
Troviamo i bambini
TUTTI I BAMBINI HANNO IL DIRITTO DI POTERSI CURARE LORO SONO IL NOSTRO FUTURO

venerdì 6 giugno 2008

AVVISO IMPORTANTE

martedì 24 giugno 2008
alle ore 15:00 presso la Sede dell'UNICEF a ROMA di Via Palestro,68
(presso la stazione termini) ci sarà un meeting promosso da
Associazione Internazionale
Gli Amici del Risveglio Onlus
"Antonella Caruso"con gli esperti del Therapies4kids
ingresso gratuito.

giovedì 5 giugno 2008

GRAZIE A TUTTI

il Generale di Corpo
D'Armata dei Carabinieri, Capo del ComandoUnità Mobili e
Specializzati Carabinieri Palidoro della Caserma Salvo
D'Acquisto in Roma ha concesso la sala di rappresentanza del
comando stesso per la mostra per la raccolta fondi in favore
di Emanuele Lo Bue organizzata dalla Associazione Internazionale
Gli Amici del Risveglio Onlus
"Antonella Caruso"
e le date esatte della mostra sono: da lunedì 23 dalle ore
14:00 alle ore 20:00
e il sabato dalle ore 10:00 alle oer 16:00 - ingresso
gratuito.

194° Anniversario dell'Arma dei Carabinieri





I POLICE CON EMANUELE

STEMMA POLICE

mercoledì 4 giugno 2008

martedì 3 giugno 2008

lunedì 2 giugno 2008

EMANUELE

Emanuele Lo Bue, 7 anni
10 aprile 2007, OSPEDALE SAN RAFFAELE DI MILANO.
Emanuele entra in sala operatoria per un'appendicite.
Due ore più tardi ha il cervello distrutto.
E' rimasto in ipossia cioè senza apporto di ossigeno al cervello per molti minuti,
forse 15, forse di più.
Emanuele è in coma neurovegetativo
Noi famigliari e amici non ci arrendiamo.
Oggi Emanuele è ricoverato presso il centro di riabilitazione "La Nostra Famiglia"
di Bosisio Parini (Lc). Dopo tante richieste in tutte le parti del mondo,
finalmente una speranza concreta:
il prof. Bifulco della clinica Therapies 4 Kids, in FLORIDA (USA),
ha visitato Emanuele e sostiene che può migliorare le sue condizioni fino a
relazionarsi con gli altri, attraverso le terapie presso la clinica americana.
Emanuele dovrà affrontare molte terapie per parecchi mesi, inoltre la famiglia si
trasferirà per sostenerlo nel difficile viaggio della speranza.
Tutto ciò comporterà un enorme impegno economico.
prima d o p o
Emanuele ha bisogno del tuo aiuto!
Fai un versamento per aiutarlo:
conto corrente 500 - intestazione: Salviamo Emanuele
coordinate bancarie: ABI 5584 / CAB 32970 / CIN D
Codice Iban: IT22 D 05584 32970 000000000500
Banca Popolare di Milano - filiale di Cologno Monzese (Mi)
Grazie!
www.salviamoemanuele.blogspot.com

domenica 1 giugno 2008